Crea sito

ESTerroni – Aleksander Veiderma

Gli ESTerroni sono una categoria bizzarra almeno quanto gli Estoniani, ne fanno parte tutti gli estoni che vivono in Italia oppure che vi hanno vissuto per un periodo più o meno lungo per poi tornare in Estonia… è il turno di Aleksander Veiderma che è un estone ma nato, cresciuto e pasciuto in Italia. Infatti eravamo indecisi se definirlo ESTerrone o Estoniano… poi alla fine ha vinto il sangue :))

Nome – Cognone – Età – Città – Professione

Aleksander Veiderma – 21 – Bologna- Studente

Foto-2

Quanto tempo sei stata in Italia e dove?

Vivo in italia dal 1993, sono sempre vissuto a Maiolati Spontini un comune della provincia di Ancona e ora per studiare mi sono spostato a Bologna.

Cosa fai lì?

Come tutti gli studenti fuori sede studio e mi diverto in compagnia dei miei colleghi.

Descrivi il posto dove vivi…

Bologna, una bellissima città, piena di gente, molto vivace e aperta verso il mondo.

Come sono gli italiani?

Bhè, da come avrete letto vivo in italia da quasi 20 anni ormai e mi considerero più italiano che estone, certo non posso, ne voglio, rinnegare le mie origini. comunque gli italiani sono quello che sono, dipende tutto da dove sei e da quali persone incontri. Ma una costante accomuna tutti gli italiani da nord a sud e da est a ovest, Tutti gli italiani sono aperti e solari con il prossimo.

La maggiore differenza tra italiani ed estoni e cosa hanno in comune i due popoli?

Sicuramente la differenza più grande sta nel carattere delle persone, gli estoni molto chiusi e difficilmente si aprono con il prossimo , mentre gli italiani sono generalmente molto più disponibili al dialogo anche con persone appena conosciute.
Per quanto riguarda gli aspetti comuni, apparte i timori portati dalla crisi economica che sta squotendo l’Europa, è difficile trovare qualcosa che possa accomunare due popoli così diversi culturalmente.

Hai qualche stupido/strano/divertente aneddoto per descrivere il tuo rapporto con gli italiani?

Bhè, la cosa più divertente che ora mi passa per la mente è che gran parte delle persone anziane che incontri dopo averti chiesto da dove provieni, generalizzano dicendo ” Quindi sei tedesco”..

Quali sono i 3 modi di dire italiani che preferisci?

Non saprei proprio quali sono i 3 modi di dire italiani che preferisco, ci sono troppi modi di dire belli e sicuramnete starei qui al infinito a scrivere e riscrivere i modi di dire che mi piacciono di più senza alla fine essere sicuro che quelli che ho scritto sono quelli che mi piacciono di più.

Quali sono stati i 3 posti dove sei stata che più ti sono piaciuti?

Le tre città più belle che ho visitato sono sicuramente: Roma, Napoli e Amalfi.

Roma non solo perchè è la capitale, ma anche per la storia che avvolge le sue strade e la gente che ci vive.
Napoli, per il calore umano dei Partenopei e per le magnifiche attrazioni che la città nasconde nel suo reticolo di strade e di vicoli, dal maschio angoino a castel del ovo, da piazza plebiscito a piazza dante e i milioni di negozzi che caratterizzano via toledo.
Amalfi per il suo mare e per il panorama fantastico che si può ammirare dalla strada che vi porta.

Foto-1

Quali sono le tue 3 canzoni italiane preferite?

Di canzoni belle ne avrei a migliaia, ma le mie preferite sono quattro e non tre, e sono: “La regina Del Celebrità”, “Una canzone d’amore”, “La regola dell’amico” – degli 883 e poi “Domani smetto” degli Articolo 31

I 3 piatti italiani preferiti?

Individuare solo 3 piatti tra quelli che amo è sicuramente un’ ardua impresa, ma posso quasi sicuramente affrmare che quelli che prediligo sono le lasagne, le pappardelle al ragù, e anche se non sono sicuro che si possa mettere tra i piatti dato che è un dolce, la pastiera napoletana.

Cosa ti manca dell’Estonia?

Una delle poche cose che mi mancano dell’ Estonia è sicuramente la connessione internet ad altissima velocità e ogni tanto anche la puntualità degli estoni ( non voglio certamente dire che amo la puntualità estrame al secondo, ma certamente mi infastidiscono alcuni ritardi stratosferici tipici degli italiani)

Pensi di tornare in Estonia un giorno?

No, non credo che ci tornerò a vivere, ma certamente ci tornerò in vacanza e in visita ai parenti che vi ho lasciato.

Foto-3

Grazie Aleksander, 

a presto!

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close